10 novembre 2020

DECLUTTERING: cos'è e perché tutti dovremmo farlo

Quante volte vi è capitato di dirvi "non ho niente da mettere" guardando il vostro armadio strabordante di vestiti? Sicuramente è successo a tutti almeno una volta e sapete perchè? Perché non avete ancora imparato a fare decluttering

                                                                   

Declutter è una parola inglese che significa "riordinare, fare spazio, eliminare ciò che ingobra". Fare decluttering significa liberarsi di tutto ciò che è superfluo, fonte di stress o che non porta gioian nella nostra vita. Per molte persone il decluttering è diventato un vero e proprio stile di vita per i suoi effetti positivi sia nell'aspetto più pratico sia nell'aspetto più profondo della persona. 

Noi oggi vogliamo raccontavi qual è il nostro personale modo di fare decluttering del nostro ARMADIO:

 

                                                                   

Consiglio N.1 - Farsi domande 
Togliete uno alla volta i capi dal vostro armadio e ogni volta che ne togliete uno guardatelo e fatevi le seguenti domande: Quando è stata l'ultima volta che ho indossato questo capo? Con quali altri vestiti del mio armadio si abbina? È in buone condizioni o è rovinato? Mi serve davvero? Ne ho altri di simili? 

Farsi queste domande e rispondere in modo sincero sarà importante per il prossimo punto. All'inizio può essere noioso o faticoso ma ricordate "chi ben comincia è già a metà dell'opera"

                                                                   

Consiglio N.2 - Tenere, Buttare, Donare
A questo punto abbiamo un po' più di consapevolezza su cosa c'è nel nostro armadio. Dobbiamo quindi decidere cosa farne di tutte queste cose. Le nostre opzioni sono tre:

  1. Buttare: tutto ciò che è rovinato e non più in condizioni di essere utilizzato 
  2. Donare: tutto quello che è in buone condizioni ma che non indossiamo da più di 2 anni, che non ci fa sentire bene con noi stesse, che non è più nel nostro stile, che non si abbina con nessuna delle cose che abbiamo nell'armadio, che è molto simile ad altre cose che abbiamo deciso di tenere.
  3. Tenere: si può tenere tutto ciò che non è rovinato, che abbiamo indossato almeno negli ultimi 2A, che ci fa sentire bene con noi stessi.

                                                                           

Consiglio N.3 - Ri-organizzazione
È giunto il momento di riporre nuovamente i nostri capi nell'armadio ma non a caso!! Di cosa è importante tenere conto quando si organizza l'armadio? 
A) Visibilità  
Tutti i capi devono esser visibili/facili da trovare. Perché? Per evitare di avere cose che non mettiamo mai, di cui ci dimentichiamo completamente dopo averle riposte nell'agolino più buio e nascosto dell'armadio.

B) Le Categorie
Sembra scontato ma non lo è, organizzate i capi per categoria (giacche, pantaloni, t-shirt, ecc.). Dedicate ogni zona dell'armadio a categorie diverse e inserite tutti i capi di quellla categoria lì. Non spargete i vestiti in mille ante, cassetti o contenitori diversi, rischierete solo di non trovare più nulla.

C) I Colori
Questo non è necessario ma sicuramente darà al vostro armadio un aspetto favoloso. All'interno della categoria organizzate i capi per colori (neri vicino ai neri, bianchi vicino ai bianchi). Ricordate che anche l'occhio vuole sempre la sua parte.

                                                                              

 

Et Voilà! Se siete arrivate fino a qui avete fatto un ottimo lavoro e il vostro armadio ora è perfetto ✨

                                                                       

Qualche piccolo consiglio extra per voi:

  • Cercate di tenere il vostro armadio in ordine quotidianamente, rimettendo gli abiti al loro posto, appesi o piegati. In questo modo non vi ritroverete tra una settimana di nuovo punto e a capo. 
  • Fate acquisti oculati, meglio la qualità alla quantità. Non per forza un armadio pieno zeppo di capi è una cosa positiva, noi personalmente preferiamo avere meno cose ma selezionate con cura.
  • Infine , ripetere i punti 1, 2, 3 almeno ad ogni cambio di stagione (meglio una volta in più che una in meno).

Informazioni sui cookie presenti in questo sito

Questo sito utilizza cookie tecnici e statistici anonimi, necessari al suo funzionamento. Utilizza anche cookie di marketing, che sono disabilitati di default e vengono attivati solo previo consenso da parte tua.

Per saperne di più x